Menú Festa di Lovari

Annunci

Il sentiero delle Favole

Oggi vi raccontiamo  “Il sentiero delle Favole” luogo dove è possibile incontrare un lupo in genovese  e tanti altri simpatici animaletti. Sia per grandi che piccini la facile camminata parte in Localita Barbieri a Loco di Rovegno.

IMG_20190608_181835

Il percorso di circa 1 km, è caratterizzato da dieci installazioni in legno che raccontano la favola “Una zuppa di Sasso” di Anais Vaugelade”.  Le scritte che accompagnano le divertenti illustrazioni sono in italiano, genovese (assolutamente uno spasso) e inglese.

IMG_20190608_182217

La fiaba cattura l’attenzione mentre viene descritto l’habitat naturale in cui ci troviamo.

Panchine in legno, piccoli ristori con fontane ci permettono di gustarci il punto panoramico che da li a poco si apre sul Trebbia.

IMG_20190608_182519IMG_20190608_182604

L’amicizia, la condivisione e il senso di comunità sono gli elementi principali dell’insegnamento che questi pannelli ci vogliono lasciare. Seppur con caratteri molto diversi gli animali della storia si uniscono per cucinare quella che sarà una stupenda zuppa.

IMG_20190608_182148

Il Lupo solitamente un animale schivo e solitario, va in città in cerca di aiuto e seppur con timore riceve grande collaborazione. Gallina, porcello, mucca, cane, gatto, cavallo sono tutti increduli che il lupo non voglia fare un’altro tipo di cena.

IMG_20190608_182442

Seppur con timore, una volta capito che non sono in pericolo, ognuno di loro aggiunge un ingrediente che conosce e il risultato è fantastico.

IMG_20190608_182706IMG_20190608_183140IMG_20190608_182951IMG_20190608_182828Avete ancora paura del Lupo?

Escursione alla miniera di Lovari

Lungo la strada che da Alpepiana porta a Lovari si trova una vecchia miniera.

Non si hanno notizie storiche sull’origine di questo luogo. 

Su internet viene indicato come questa miniera fosse caratterizzata da presenza di quarzo elledro e quarzo a tramoggia. 

Tratto dal sito del comune di Rezzoaglio si trovano queste altre notizie : lovari

IMG_20180617_162119

Il Comitato Lovari ha ripristinato il sentiero rendendolo accessibile per una facile camminata per famiglie e bimbi.

IMG_20180610_153743IMG_20180610_153610IMG_20180610_153603

    Se ti abbiamo messo curiosità, vieni a scoprire questo angolo di Val D’Aveto.         

    Fatti un selfie in miniera e taggaci usando #minieralovari nelle tue foto 

Sabato festa al Rifugio Prato di Foppiano

Un fine settimana sui Monti Avetani, in primis il Montarlone, dove più’ in basso si trova il Rifugio Prato di Foppiano.  Che sia a cavallo, a piedi o in bicicletta, l’arrivo al rifugio regala forti emozioni. Lasciare qualche ora l’afa e il caos della città per immergersi nei boschi, nel fresco e nella tranquillità per rinnovare la tradizione di una festa dalla radici antiche. Al mattino la S.Messa davanti al Rifugio e il succulento pranzo preparato da Armando e dai volontari di Alpepiana nell’area attrezzata con tavoli e panche.  Al pomeriggio sono numerose le possibilità per escursioni dal già citato Montarlone, al Monte Oramara e perchè no Monte Dego,  Cifarco e Roccabruna per i divoratori di km.

Qui sotto trovate alcune immagini,  ci vediamo sabato?

prato di foppiano foto di giampiero (7)

P1030253

P1030254

P1030257

P1030244

P1030261

 

Come arrivare a Lovari

Per la Festa del Sacro Cuore di Maria di domenica 26 agosto il Comitato organizzatore mette a disposizione un pulmino che effettuerà numerosi viaggi con partenza dal Circolo Lagin di Alpepiana dalle ore 9:30.IMG_2789

Per chi desidera venire in auto, potrà lasciare il proprio mezzo a bordo strada,  dove sono posti alcuni cartelli. Le associazioni e le autorità possono lasciare i veicoli nella piazza antistante il paese.

La strada che sale dal Circolo Lagin raggiunge Lovari in circa 3 km, il tratto iniziale è in asfalto, successivamente parte la strada sterrata recentemente interessata da un intervento di manutenzione.

Le indicazioni più generali per arrivare sono per chi parte dal tigullio, con l’uscita a Lavagna e il successivo percorso con la Sp 586 della Forcella o in alternativa Sp 23 della Scoglina. Raggiunto Rezzoaglio, prendere la strada in direzione Piacenza e seguire per il bivio (Alpepiana-Vicomezzano-Vicosoprano). Merita uno sguardo il ponte monumentale di Alpepiana e poi proseguite in salita fino al Circolo Lagin di Alpepiana e poi Lovari.

Per chi giunge da Milano o Piacenza prendere la S.S. 45 e poi giungere al bivio (Alpepiana-Vicomezzano- Vicosoprano), da lì per Lovari.

Per info pagina facebook : comitatolovari

email : comitatolovari@gmail.com

Lovari ricorda i suoi caduti

FESTA DEL SACRO CUORE DI MARIA

IMG_3461.JPGDomenica 27 agosto nella piccola frazione di Lovari nel Comune di Rezzoaglio (GE) si è svolta la festa del Sacro Cuore di Maria con Messa solenne e processione della statua della Madonna per le vie del paese. Presso il Tempio della Fraternità creato come testimonianza dei bombardamenti delle due guerre mondiali, si sono commemorati i caduti della Val d’Aveto e in particolare i due nativi di Lovari, il carabiniere Pagliughi Sisto e l’Alpino Bacigalupi Terenzio.

E’ stata una cerimonia emozionante e molto partecipata sia da fedeli sia dalle varie associazioni presenti , quali i Carabinieri di Lavagna con il presidente Devoto sempre presenti sin dal 2005, Il gruppo alpini di Rezzoaglio e di Santo Stefano d’Aveto, l’Associazione bersaglieri di Chiavari, la Croce Rossa di  Rezzoaglio, i Carabinieri di Santo Stefano D’Aveto /Rezzoaglio.

Deposta la corona di alloro al monumento ai caduti, con il suono del silenzio perfettamente interpretato dal piccolo Leonardo, spazio per alcune riflessioni da parte dei partecipanti.

Il Sindaco di Rezzoaglio,  ha espresso soddisfazione per la preparazione della Festa,  Claudio Rocca, capogruppo degli alpini locali, ha paragonato la Comunità di Lovari a loro stessi perché pur non essendo ancora finita la ricorrenza gli organizzatori pensano già alla prossima edizione e di questo si è molto complimentato.

Walter Lazzari consigliere della sezione alpini di Genova ha reso omaggio con una speciale orazione all’alpino Bacigalupi Terenzio e al carabiniere Pagliughi Sisto che hanno dato la vita per la patria.

La responsabile Maria Bacigalupi ha espresso con commozione e soddisfazione i ringraziamenti per tutti i presenti e soprattutto per coloro che al Circolo Lagin di Alpepiana ci preparano il pranzo da 19 anni. Successivamente ha ricordato di come nel corso degli anni con il ricavato della festa di Lovari sono state eseguite molte opere : dalla ristrutturazione del Tempio della Fraternità con rifacimento del tetto e delle fondamenta, al sostegno per il ripristino della campana di Alpepiana ,al contributo per il tetto dell’Oratorio di Secorte, alla partecipazione per l’acquisizione di un pulmino per i progetti sociali del Comune di Rezzoaglio, all’erogazione in favore dell’Anffas di Rapallo. E il mese scorso con il dono di un defibrillatore installato ad Alpepiana a disposizione di tutti, turisti e abitanti delle frazioni vicine.

Per l’anno 2017 non è stato previsto nessun contributo, in quanto il prossimo anno, il 26 agosto 2018 ricorrerà il 60° anno della costruzione del Tempio della Fraternità e tutto sarà finalizzato alla  realizzazione di una celebrazione da ricordare, auspicando di far partecipare sempre di più l’intera comunità.

Finita la cerimonia si è svolto il pranzo ad Alpepiana curato dal Circolo di Alpepiana, con il suo presidente Cuneo Silvano e tutti i volontari cuochi e camerieri. Sul palco dei “Lagin” sono saliti per le premiazioni i rappresentanti di tutte le associazioni, e a seguire si è volta l’estrazione della lotteria. Le note delle fisarmoniche della scuola di musica di Enrico Roseto hanno salutato i commensali e dato l’appuntamento al prossimo anno.

Comitato Lovari

Maria Bacigalupi